MOTOFALCIATRICI FERRARI

FERRARI: una storia da raccontare…

Le vicende delle Officine meccaniche Ferrari S.p.A. di Luzzara (Reggio Emilia) hanno origine nell’Italia della ricostruzione e si intrecciano con lo sviluppo e la meccanizzazione dell’agricoltura negli anni ’50.

Dopo una prima fase iniziale dedicata alla costruzione di trafile per la produzione di tubi per l’irrigazione, nel 1957 la FERRARI si presenta alla Fiera di Verona con la sua prima macchina agricola: il motocoltivatore MC 57.

Fu subito un grande successo e, con vari aggiornamenti, sarà realizzato fino al 1965 anno in cui la FERRARI lancia il suo primo trattorino snodato, l’ MT 65.
FERRARI è già in quegli anni un’azienda ad alto contenuto tecnologico. La gamma di prodotti si arricchisce negli anni ’70 con la produzione delle prime motofalciatrici, dei primi transporter e delle prime motoagricole per il trasporto di derrate su terreni impervi.
Nel 1988 FERRARI entra a far parte del Gruppo BCS come grande realtà già affermata.
Oggi il Gruppo BCS è una compagnia multinazionale leader nel settore della meccanizzazione. Progetta e costruisce macchine agricole e per la manutenzione del verde, macchine per la produzione di energia elettrica autonoma e per la saldatura mobile.
Il Gruppo BCS può contare su tre stabilimenti di produzione in Italia (Abbiategrasso, Luzzara e Cusago) certificati ISO 9001, e nel mondo è presente in tutti i continenti con distributori e filiali commerciali.